giovedì 4 gennaio 2007

Scaletta definitiva Donne e lavoro

Ed ecco che da Rachel arriva la prima scaletta definitiva ed il primo post 2007!

Ed ecco a voi la nostra scaletta definitiva sulla trasmissione delle donne nel mondo del lavoro:

-Titolo originale inerente al tema trattato

-Apriamo subito la puntata con la seguente domanda: Che lavoro fanno le donne? Carrellata voci di donne che dicono nome e professione

-Presentazione intero servizio

-SCHEDA 1: dalle donne in carriera al lavoro part-time, per conciliare meglio la famiglia e il lavoro

-Schematizzazione del lavoro part-time seguendo lo schema delle 5 w, per far capire meglio cos’è e com’è questo tipo di lavoro. In seguito ci sarà un commento con frasi d’impatto al tema sopra descritto

-Intervista di dimostrazione dell’argomento ( intervista di confronto tra una ragazza entrata da poco nel mondo del lavoro con una donna adulta che lavora part-time ed è sposata con famiglia )

-SCHEDA 2: differenze tra uomini e donne in base alla carriera

-Commento sulla discriminazione con frasi d’impatto

-Interviste di dimostrazione

-Conclusione ad effetto (ancora da decidere)

Gruppo di Rachele Nelli.

15 commenti:

Federico Burgalassi ha detto...

Ciao,

trovo la scaletta molto ben organizzata: le 2 parti sono collegate ma ben differenziate.
Il tema della discriminazione uomo-donna è a mio parere molto complicato e necessita di un più approfondito lavoro.
Servirebbero molte interviste per evitare la "partigianeria" degli intervistati. Ovvio che si tenda ad enfatizzare un problema quando ci sentiamo minacciati dallo stesso.
Un'ultima cosa: le frasi ad effetto sono un'idea buona per prendersi le attenzioni del pubblico, ma occhio a non estremizzare concetti e a non calcare la mano con considerazioni personali: verrebbe snaturato lo scopo di tutto il lavoro che è appunto un'inchiesta.

Ovviamente mie considerazioni personali.

Un saluto

Federico

Rachele ha detto...

Ciao Federico,
grazie mille per le tue opinioni: cercheremo di seguire il più possile i tuoi consigli che reputo molto utili e precisi.
Comunque ci stiamo ancora lavorando e cerchiamo ancora persone da intervistare per il tema inerente alla discriminazione. Se hai qualche persona da suggerirci ne faremo tesoro.
Per le frasi d'impatto ci baseremo soprattutto su dati certi, con tanto di fonti. Speriamo che venga un bel lavoro, anche se per noi è la prima esperienza alla radio.
Rachele

care ha detto...

trovo molto carina la parte iniziale, quella del lavoro delle donne. una domanda ma parlando della discriminazione donna-uomo non rischiate di andare un pochino fuori tema o di toccare tematiche che c'entrano poco con l'obiettivo?

aldo ha detto...

Carenza ha ragione solo in parte. In realtà la discriminazione sembra essere ancora un'elemento molto forte nel rapporto tra donne e lavoro, o nella decisione delle donne di smettere di lavorare.
Semmai bisognerebbe domandarsi se non ci troviamo di fronte ad un serpente che si morde la coda, detto anche feedback. Le donne vengono discriminate, oppure devono farsi carico di più lavoro rispetto agli uomini e quindi " ridisegnano" le proprie aspettative e aspirazioni verso il basso. E' chiaro il ragionamento?
Comunque è importante far riferimento al lavoro di Sandra Burchi che si è occupata molto di questi temi e ce ne ha parlato in classe. Domani dovremmo riuscire a far partire lo spazio web, così l'intervento della Burchi sarà disponibile per tutti.
A presto
A:A:

Anonimo ha detto...

Elimina
Anonimo ha detto...

Ah! in realtà sono andato un po' fuori tema anch'io. rispondendo a Cristina Carenza: per capire se una cosa è fuori tema o meno, basta chiedersi " il senso del mio lavoro rimane lo stesso se elimino questa parte?". Se la risposta è sì bisogna tagliare, spietatamente. Ora, noi non abbiamo particolari problemi di spazio. Vi ho dato dieci minuti per convenzione. Se un gruppo lavora particolarmente bene e vuole raddoppiare, può farlo. L'importante è che il principio della sintesi venga fatto salvo. In altre parole:se in dieci minuti riempite il sevizio di cose inutili potete essere meno efficaci di un gruppo che realizza un servizio di 20 minuti molto sintetico e approfondito al tempo stesso. Il problema principale è che nelle radio convenzionali un servizio da 20 minuti praticamente non esiste, diventa una trasmissione a parte, e voi dovete tenerne conto se vi interessa frequentare questo mondo. come ho detto a lezione, arriva il direttore, ti da un tema e ti dice "3 minuti" e così deve essere. In questi casi si presenta l'obbligo di scegliere un taglio molto preciso da dare al servizio. Avere 120 o 20 minurti a disposizione può creare la sindrome del foglio bianco, comune a tanti scrittori: hai troppa libertà e non riesci a farne buon uso. anche a questo si rimendia con la pratica e l'esperienza. ciao
a.a.
a.a

Rachele ha detto...

Volevo rispondere a cristina: non crediamo di andare fuori tema, anzi vogliamo focalizzare la nostra attenzione su uno degli aspetti principali che caratterizza le donne nel mondo del lavoro. Dobbiamo ancora metterci alla prova, ma le nostre intezioni sono molto buone. Abbiamo già molto materiale a disposizione e quasi tutto sistemato...Speriamo che anche i servizi vengano bene..Ma sarete anche voi na dirlo.
Intanto se avete alti suggerimenti o perplessità dite pure, perchè per noi sono preziosi.
Rachele

Anonimo ha detto...

Certo rachele. Non avevo specificato che la scaletta era stata comunque concordata. Avevo colto l'occasione per precisare alcune cose, IN GENERE.Dio non voglia che venga fuori una polemica. In questo mese dobbiamo tutti lavorare molto. A proposito, io consiglio ai frequentanti di sostenere l'esame a febbraio. Se siete pronti per il 20 gennaio, meglio per voi!
ALdo Acerbi

Anonimo ha detto...

Niente panico, ho detto venti perchè il lavoro deve essere cosegnato qualche giorno prima, non prechè sia cambiata di nuovo la data dell'esame.
Rachele, come è andato il tuo di ieri?
a..a

Rake ha detto...

Il mio esame di ieri è andato bene per fortuna!Grazie per l'interessamento.
Rake

Melissa ha detto...

Ciao,
l'argomento del vostro gruppo è molto interessante e la scaletta è chiara e ben organizzata...
Dato che gli argomenti trattati sono molti non rischiate di non riuscire a far entrare tutto nei pochi minuti a disposizione?
Anche noi pensiamo che la parte su le differenze di carriera tra uomo e donna porti un pò fuori tema..

Melissa e Serena

Rake ha detto...

Ciao melissa,
noi dobbiamo ancora "montare" tutta la trasmissione, quindi non ci siamo ancora resi davvero conto se il tema della discriminazione ci porterà fuori tema o meno. Il materiale ce l'abbiamo però dobbiamo ancora sistemarlo al posto giusto. Comunque se la puntata venisse troppo lunga, perchè entrambi gli argomenti sono impegnativi, magari ne faremo due, così in una tratteremo il lavoro part-time, più tipico per le donne, e nell'altra le differenze tra uomini e donne nel mondo del lavoro. Magari in questo modo non sarmmo fuori tema , perchè tratteremmo i due argomenti in due momenti separati.
Potrebbe essere un'idea, che ne pensate?

Susanna ha detto...

Rache penso che questa sia un'ottima idea. E non per non rischiare di andare fuori tema, ma per dare la giusta importanza a due temi a mio parere molto rilevanti. Complimenti per l'ottimo lavoro che avete svolto!

Giulya ha detto...

Ciao Rache!
si, anche io sono d'accordissimo con quest'ultima idea di suddividere la trasmissione, per eliminare alla radice ogni dubbio di possibile "fuori tema" e per schematizzare meglio e indirizzare nel miglior modo possibile l'attenzione dell'ascoltatore...
Complimentoni e buon lavoro!

Rake ha detto...

Grazie mille sia s susy che a giulya. Ora ne parlo meglio anche con il prof, dato che inizialmente lui ci aveva proposto di fare una cosa del genere. Vedremo cosa ne verrà fuori...Comunque in bocca al lupo anche a voi e buon lavoro!!

Gabriele Frediani ha detto...

Ciao a tutti... sono il responsabile dell'argomento DONNE-DISCRIMINAZIONE del gruppo della stupenda dama rossa REACHEL... leggendo tutti i vostri commenti mi sembra giusto ricorrere all'intervento di chi su questo argomento ha lavorato... cioè io...
lavorando sull'argomento e sulla relazione di coesistenza con gli altri argomenti, abbiamo notato molte cose affini e molti riferimenti comuni per esempio con il lavoro part-time e con le donne in carriera... ecco perchè pur essendo un grosso argomento abbiamo deciso di mettere la discriminazione femminile insieme agli altri servizi... è vero comunque che non si può prescindere dall'importanza dell'argomento Diascriminazione e dal suo inevitabile grande sviluppo che richiede uno spazio individuale nella trasmissione... perciò divideremo in due puntate in modo da dare la giusta rilevanza alla questione... inoltre tratteremo di quello che Sandra Burchi ci ha comunicato in classe sull'argomento... e cosa che dispiacerà a Federico... le frasi ad effetto ed i momenti che colpiscono con un grande impatto, spero saranno tanti, e non solo sul mio argomento della DISCRIMINAZIONE.. questo perchè se è vero che si rischia di mettere del personale, è altrettanto vero che le iene e striscia la notizia sono le trasmissioni di informazione più seguite in italia... a discapito dei telegiornali... cercheremo comunque di fare entrambe le cose... e il nostro lavoro sarà soddisfacente spero, se riusciremo ad informare, incuriosendo e se ce n'è bisogno anche provocando... CIAO A TUTTI... GABRY