venerdì 15 dicembre 2006

Domanda retorica: cos'è un podcast?

Hello. Il nostro smanettone di fiducia ci invia un breve testo sul podcasting. Noi lo pubblichiamo volentieri: godetevelo

Salve a tutti,

sono F.C. di Work In Progress. In primo luogo volevo fare presente qualche titolo di libri ben fatti sull’argomento “Podcasting” che io ho comprato alla Feltrinelli qui a Pisa. Tutti i libri e le guide sull’argomento, alla fine dicono le solite cose (attrezzature necessarie, links a podcast, autorizzazioni siae, software da utilizzare) però è comunque possibile trovare informazioni interessanti e consigli differenti ma allo stesso tempo utili e stimolanti.

I libri sono: Come si fa un podcast, di Alessandro Venturi – Podcasting che funziona, di Marco Traferri - Il tuo podcast, di Stefania Boiano e Giuliano Gaia.

Per chi non avesse voglia di “acculturarsi” leggendo questi libri, vi posso dare comunque qualche dritta.

Premettendo che pur essendo appassionato di musica, computer e audio, ho cominciato ad avvicinarmi al “tabù” podcast, da quando il nostro Prof. ci ha presentato il progetto che avremmo dovuto realizzare entro la fine del corso a febbraio: una trasmissione radio podcast dove trattare in modo originale e le problematiche e i vari aspetti del mondo lavorativo.

A questo punto… Cosa è un podcast? Un Podcast non è altro che una registrazione audio (in genere un mp3), realizzabile da qualunque persona con mezzi minimi (un microfono e un pc) e reperibile sul web! E voi direte:

“E dov’è la novità? Ho appena scaricato da emule 30 hits del momento da sentire nel mio lettore mp3!”

Ok. La differenza è molto semplice. Se io registro a casa mia con qualche amico una pseudo-trasmissione radio, con un pò di musica, qualche gag, un intervista, una sigla e poi la metto in rete, chi mi assicura che qualcuno possa scaricarla e ascoltarla?

Attraverso software chiamati “aggregatori” e grazie a motori di ricerca dedicati esclusivamente al podcasting, possiamo fare in modo di acquisire visibilita’ sul web, con ottime probabilità che qualcuno possa ascoltare la nostra trasmissione.

I software “aggregatori” una volta scaricata la trasmissione XXX, avvisano l’utente nel caso sia disponibile una nuova puntata di XXX, in questo modo si crea cosi’ una rete di ascoltatori che attendono nuove puntate online. L’ascoltatore una volta scaricato il podcast puo’ ascoltarlo sul proprio pc, caricarlo sul proprio lettore mp3 o masterizzarlo su un cd e ascoltarlo in auto.

Musica e materiale audio in rete: Utente - Emule - Mp3

Podcast: Utente - Podcast - Aggregatori e motori di ricerca à Ascoltatori

Il podcast è nato per tutti quelli che vogliono provare a fare radio o vogliono farsi sentire ma non hanno 100.000 € da spendere per acquistare frequenze e attrezzature. Non si può dire che una trasmissione podcast sia uguale ad una trasmissione radiofonica; non e’ esattamente come accendere la radio, sintonizzarsi su una frequenza e ascoltare, però nel suo piccolo è simile. E’ solamente necessario accendere il Pc, cercare trasmissioni interessanti sui motori di ricerca o avviare il software e lasciare scaricare i nuovi podcast disponibili. Non sarà come la radio ma almeno allarga i nostri orizzonti al di là delle 2-3 radio che ascoltiamo da anni quando montiamo in macchina e cerchiamo un parcheggio in città. E soprattutto un podcast lo si ascolta dove e quando ci pare.

Francesco Ciampi

1 commento:

Rachele ha detto...

Grazie france!
Il tuo post è stato molto utile e chiarificatore.
Rachel